Le labbra screpolate, le mani secche, la faccia che tira sono alcuni degli effetti più tipici dell’inverno sulla nostra pelle. In questo periodo dell’anno è normale che la funzione di barriera che esercita la pelle sia alterata e che la sensibilità agli agenti esterni aumenti.

In estate ci sforziamo per proteggere la nostra pelle dai raggi del sole ed anche in inverno dovremmo prestare la stessa attenzione, o anche di più, a quest’organo che viene attaccato costantemente dai cambiamenti di temperatura, dall’umidità, dal freddo e dal vento. Più ci prendiamo cura della nostra pelle in inverno e migliore sarà il suo aspetto d’estate e sempre.

 

MANGIA

Prima di tutto bisogna chiarire che anche se si tratta dell’organo più visibile, l’aspetto dell’epidermide è direttamente collegato alla nutrizione interna del nostro organismo. Ecco perché la prima cosa che dobbiamo controllare quando vogliamo migliorare la qualità della pelle è la nostra alimentazione.

È importante includere nella nostra dieta alimenti che contengano vitamine antiossidanti del gruppo A, B, C e E che ritardano l’invecchiamento cellulare e praticare un semi digiuno almeno una volta al mese per permettere che i tessuti respirino e si liberino delle tossine accumulate.

 

BEVI

Si sa che l’idratazione è il fattore chiave di una pelle sana e giovane, ma quello che forse in molte dimentichiamo è che idratare non consiste solamente nell’applicare creme e sieri la sera e il mattino. La vera idratazione si ottiene con l’acqua. E se poi all’acqua aggiungiamo anche il potere di principi attivi efficaci come l’acido ialuronico, il resveratrolo o il coenzima Q-10, il risultato è una pelle fresca, ringiovanita e preparata per il freddo in soli 20 giorni di trattamento. Oggi esistono nutricosmetici come la Beauty Water che permette di bere direttamente ciò di cui la tua pelle ha più bisogno e di assimilarlo immediatamente.

prende cura della propria pelle in inverno

PULISCI

L’igiene quotidiana della pelle è una condizione indispensabile per accelerare e ottimizzare qualsiasi trattamento o cura esaustiva che le si dedichi. È importante prendere l’abitudine di lavarsi la faccia prima di andare a dormire e quando ci si sveglia, cercando sempre di non usare acqua molto calda poiché le elevate temperature dell’acqua disidratano la pelle col risultato di renderla più secca e spenta.

 

DORMI

La mancanza di sonno non provoca solamente stress e malessere generale, ma ha anche delle conseguenze sulle condizioni della pelle, dato che stimola la produzione di radicali liberi e diminuisce le difese naturali. Questo significa che, se si dorme poco, la pelle è meno preparata ad affrontare agenti esterni e cambiamenti di temperatura tipici delle stagioni fredde.

Insomma, prendersi cura della pelle in inverno non è solamente una questione estetica, ma anche di salute. Avere una pelle sana, giovane e idratata quando le temperature scendono ci proteggerà da possibili danni cutanei ora e più avanti, perché ricordiamoci che la pelle ha una memoria.

La Voglio